Perché #iostoconCivati

io_CivatiSegrQuest’anno confesso che ho rinnovato la tessera del PD un po per inerzia e un po perché nel mio circolo mi trovo bene. Sono fortunato, sono iscritto ad un circolo vivo, sempre aperto, con compagni con cui si fa realmente politica.
Gli eventi di Febbraio, i 101, il governo delle larghe intese mi avevano fatto passare la voglia di impegnarmi più di tanto per cui mi immaginavo già, io che non sono mai stato un “frontend man“, una attività di circolo, al più di municipio.

Ciò che mi ha dato invece lo stimolo per cambiare idea e mettermi in gioco in modo cosi evidente è stata la candidatura a segretario del PD di Pippo Civati.

Pippo Civati è a mio parere l’unico candidato che esprime in pieno un bisogno di sinistra e di rinnovamento che pensavo fosse solo mio ma che invece ho capito essere molto più diffuso. E’ l’unico candidato che ha in mente un rinnovamento non formale della dirigenza e dei nomi di prima linea, anche quelli magari, ma principalmente il suo è un rinnovamento della pratica politica che parte dalla base del partito, ovvero dai circoli e dagli iscritti, anche attraverso consultazioni degli stessi (cosa tra l’altro prevista dal statuto ma mai applicata), ed arriva agli elettori attraverso momenti di confronto con associazioni e movimenti fuori dal partito ma con i quali è oggi impossibile non parlarci.
E’ il caso di renderci conto tutti che oggi la politica non si fa più solo nei partiti organizzati mentre sono i partiti quelli che invece ci rappresentano nelle istituzioni, pertanto la contaminazione di politica e movimenti/associzioni oggi è vitale.
Ecco, il nuovo partito sarà un partito che coinvolgerà tutti e che andrà a riprendersi tutti quei voti persi in questi ultimi tempi perché sarà un partito basato sulla fiducia e non più sulla lealtà.

Pippo Civati è l’uomo che ha preso formalmente un impegno presentando una mozione congressuale completa. Non linee programmatiche. Non dichiarazioni di intenti.
Una mozione vera divisa in temi, tutti leggibili separatamente.
Solo in questa mozione troverete scritto nero su bianco cosa si intende per partito e come si vuole agire per cambiarlo, cosa si intende fare perché il partito si adoperi per influenzare pratiche di cambiamento nella pubblica amministrazione, nella politica interna ed europea, ma anche nella società affrontando laicamente questioni come la riforma globale del diritto di famiglia, il nuovo senso di essere italiani, la questione maschile ed i Beni Comuni, solo per citarne alcuni.
Solo questa mozione è l’amalgama di contenuti prodotti da centinaia di persone – anche da me – coinvolte in gruppi tematici ed ispirate solo dalla volontà di partecipare ad un progetto comune.

Lo slogan che più spesso sentiamo è “nessuno dietro, tanti davanti” ma vi assicuro che siamo anche tanti al fianco di Pippo Civati.
Siamo tanti quelli che crediamo fermamente che il Partito Democratico con Pippo Civati tornerà ad essere il partito di sinistra moderna – o centro-sinistra che dir si voglia – progressista ed al passo con i tempi che al momento serve.
Siamo tanti quelli che veramente crediamo che “le cose cambiano cambiandole”.

Annunci

One thought on “Perché #iostoconCivati

Add yours

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: