Napoli Civile

Napoli è città civile, culla di culture e storia, checché se ne dica se ne pensi. Chi si ferma a guardare i cumuli di immondizia, chi si ferma al fenomeno della Camorra, non conosce la città.

De Magistris sin dalla sua elezione la scorsa estate sta provando a far si che dopo anni di declino la città recuperi la sua fama, attraverso la legalità, la cultura ed anche col sostegno sociale.
Cosi, dopo averlo annunciato, ecco che ieri il Consiglio Comunale ha dato il via libera al Registro per le unioni civili approvando la proposta presentata dall’assessore alle Pari opportunità Pina Tommasielli. E giustamente ne vanno fieri.

Personalmente non sono della stessa opinione. Io non andrei fiero di aver deliberato la creazione di uno strumento che, per le coppie di persone dello stesso sesso, da sempre ritengo discriminante ed offensivo.

Sul concetto di “discriminante” ci sarebbe da spender fiumi di parole, solo per fare un esempio il fatto che tali coppie abbiano accesso a questo registro e non all’istituto del matrimonio avvalla il concetto che esiste un amore di serie A ed uno di serie B.
Tale registro è anche offensivo perché è aperto a qualsiasi coppia conviva sotto lo stesso tetto: due persone – etero o gay – innamorate, due anziani che dividono le spesse, un anziano con il/la badante.
Ecco, io trovo sinceramente urticante che il motivo per cui io ed il mio compagno viviamo insieme venga paragonato e considerato equivalente al motivo che porta a vivere insieme un anziano con il/la suo badante.

Quello che mi lascia perplesso però è la poca lungimiranza delle persone e delle associazioni che invece plaudono a tale istituzione senza capire che accontentarsi in politica non è mai un bene.

Annunci

3 thoughts on “Napoli Civile

Add yours

  1. Ciao Fabio…
    Come puoi intuire, non concordo con la tua contrarietà ai Registri.
    A mio avviso anche in questo post persisti in un errore che sta a monte: mischi in modo un po’ improprio la questione dell’eguaglianza etero-gay, che si realizza solo e unicamente con la fine dell’esclusione dei gay dall’istituzione del matrimonio civile, a quella dei conviventi.
    Sono entrambe questioni importanti che le istituzioni hanno non solo la possibilità ma, direi, il dovere di affrontare… trattandosi però di questioni con tutta evidenza diverse le istituzioni le devono affrontare con provvedimenti necessariamente distinti. Che c’è di male se uno Stato, o un Comune, nel frattempo che il dibattito sull’accesso al matrimonio civile nasce e si sviluppa, si impegna a dare maggiore dignità e tutele a chi per motivi di affetto o di solidarietà convive -senza, tra l’altro, generare discriminazioni basate su sesso e sessualità dei conviventi? A mio avviso niente, ma proprio niente di male; anzi.
    Se sei scontento di venire trattato come un normale convivente etero che decide di restare fuori dal matrimonio… esigi la libertà di contrarre matrimonio… non te la ‘prendere’ con provvedimenti atti a migliorare la vita di chi, per un motivo o per l’altro, si trova a convivere.
    Esigi la fine della discriminazione matrimoniale che ti colpisce.
    Non la creazione di qualche ghetto legale che ti consenta di scimmiottare chi può sposarsi, e che, inevitabilmente, finirà per ostacolare la fine della discriminazione matrimoniale che ti (e ci) colpisce… come è avvenuto per anni e anni in tutto il nord europa.
    Te lo dico da gay e soprattutto da persona, da essere umano che vuole eguaglianza.

      1. @ Fabio… ho semplicemente espresso il mio parere.
        Solo perché nel tuo ragionamento percepisco un errore e te lo segnalo, non significa che io sia o intenda essere presuntuoso. Anzi.
        Se ne hai voglia e ti interessa, obbietta nel merito alla mia segnalazione…

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: