Arcigay ai suoi doppioni

Prendiamo dunque atto della nascita di nuove aggregazioni costituite da dirigenti e consiglieri di Arcigay, e mi riferisco ad “Equality”, a cui credo che tutti e tutte non possiamo che augurare successo. Arcigay è un’associazione democratica che opera in un contesto in cui la libertà di associazione è sacrosanta, e questo è indiscutibile. Pure vero però che non esistono ragioni per sottrarsi ad una disanima sincera : la nascita di Equality;i nomi delle persone che ne compongono il direttivo, i loro personali percorsi politici, le caratteristiche statutarie;gli obiettivi dichiarati, hanno sollevato alcune perplessità. Prendiamo atto, lo ribadisco, che alcuni dirigenti, espressione di una linea politica legata alla relazione privilegiata con un’area di partito ha legittimamente deciso di fare una politica altra rispetto ad Arcigay ed in un contesto altro che possiede struttura, articolazioni territoriali e regionali, possibilità di affiliazione, e vocazione nazionale totalmente identica, ma soprattutto identici obiettivi:considerando che lo Statuto, la mozioni, i documenti congressuali e l’attività stessa di ARCIGAY come sopra ampiamente ricordato, hanno tra le chiare, esplicite, e praticate finalità, la lobby e la creazione di una rete trasversale per l’affermazione dei diritti civili tutti, tra le culture politiche tutte.

Queste cose Arcigay le sta gia facendo come precisato prima. Se dunque è legittima, pienamente, la nascita di un soggetto nuovo, è pure legittimo sottolineare che chi lo ha creato e chi è andato a costituirne il gruppo dirigente, ha scelto di fare quelle stesse identiche cose altrove.

Tutto questo ha creato un vasto disagio ai soci ed alle socie di cui mi faccio carico per ricordare che accanto alla libertà di scelta, persino nella politica piccola e calcolatrice di questi tempi e di questo Paese, esiste anche il dovere della coerenza di cui, sono certo, quei dirigenti che hanno legittimamente aderito ad altri percorsi politici associativi, vorranno farsi responsabilmente carico se potenzialmente in conflitto di interessi e di ruolo con l’Associazione . In fondo. ma molto semplicemente, per coerenza con la scelta di fare altrove quello che avrebbero potuto perfettamente fare in Arcigay.

Paolo Patané – Presidente di Arcigay – a chiusura della Relazione del Presidente al Consiglio Nazionale tenutosi il 16/17 Ottobre 2010.

Add to Del.icio.usAdd to Google Buzz

Pubblicato da

Annunci

4 thoughts on “Arcigay ai suoi doppioni

Add yours

  1. Evidentemente è durata lo spazio di mezza giornata questa ‘inquietudine’ perchè nel documento finale a firma sempre di Patanè il problema è del tutto scomparso, come se nulla fosse. Posso credere che sia da una parte, Patanè, che dall’altra, Mancuso, siano state solo azioni-paglicciate per avere un po di luce della ribalta?

    1. ciao omonimo…
      non so dirti, quanto ho riportato viene direttamente dal sito di Arcigay? sono cambiate le cose? non sarebbe la prima volta… m dai qualche riferimento dove vedere? grazie.

  2. Un ex presidente va via in polemica con la sua ex associazione e ne fonda una speculare per rompere le uova nel paniere… dove l’ho già sentita questa? 🙂

    1. ah! si, giusto, dimenticavo…
      a quanto pare cosi funziona ora….

      OT: e cosi scopro anche che hai un blog…

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: