Lasciarli morire da soli…


stralcio di conversazione... a senso unico

A scanso di inutili equivoci, noi ieri sera non c’eravamo per problemi di salute che ci tengono a casa da un po di giorni.

Leggete le lucide parole del presidente di Arcigay nazionale. La risposta – unica perché la discussione non ha avuto seguito – alla mia domanda volutamente provocatoria in una nota su facebook è illuminante della situazione in cui versa la comunità GLBT italiana. Zanardi ed Incorvaia, i due ragazzi savonesi che dal 4 gennaio 2010 stanno portando avanti uno sciopero della fame, non seguono i consigli di Arcigay ed Arcigay li abbandona.

Poi, fino a ieri mattina, quando ha rilanciato una comunicazione di Zanardi tramite la sua mailinglist, dal Mario Mieli non si era avuto alcun sostegno pubblico ai due ragazzi mentre il Digayproject risulta non pervenuto, forse perché 2 gay che fanno lo sciopero della fame non hanno sufficienti forze per andare a ballare il sabato sera…

Questo per quanto riguarda le istituzioni frocie nazionali e della capitale.

Ma tornando a ieri sera, e lasciando le associazioni da parte, sembra che anche la partecipazione non sia stata poi cosi alta e forse alcuni commenti a Spetteguless fanno anche immaginare il perché…

Io non ho commenti da fare. Li lascio a voi…

Pubblicato su

Annunci

2 thoughts on “Lasciarli morire da soli…

Add yours

  1. Il fatto è che Francesco e Manuel sono i soli a portare avanti un’iniziativa concreta per i diritti e questo va contro l’idea stessa di “Associazione”.

    Un’associazione, qualsiasi essa sia, non conduce ad oltranza una lotta concreta e capillare, una lotta bruta (come invece andrebbe fatta). Lo fa, certo, direbbero in molti, ma con mezzi innocui, alla pic indolor. Questo perché al cuore delle associazioni non c’è l’obiettivo di vedere riconosciuti certi diritti ed una certa uguaglianza: se si ottengono tali risultati viene meno la forza e la necessità di un’associazione e, di conseguenza, si perderebbero migliaia di tesserati.
    La prova di quello che dico sta in ciò: se davvero ci fosse e fosse sentita da tutti/e la necessità di diritti non si sarebbero create tutte queste associazioni, ne sarebbe bastata una.

    Il volontario vero avrebbe altri obiettivi che far divertire un sacco di gay e lesbiche, avrebbe un altro modo di agire, ci rimetterebbe la pelle e la faccia (cosa che in Italia ancora pochissimi sono disposti a rimmetterci), sarebbe con-fratello di tutti/e quelli/e che vogliono vedere riconosciuti i propri diritti e che combattono “su strada”, al fianco della gente.

    Perché si dà il caso che questa sia la battaglia di tutti e a beneficio di tutti. Ma in Italia c’è questa cosa: il sangue lo si fa sempre versare agli altri così, se si ottengono risultati, stiamo bene tutti, se non si ottiene niente, solo quei poveri scemi c’hanno rimesso.

    Vorrei proprio sapere di quali consigli avrebbero bisogno delle persone serie che portano avanti una lotta seria. Boh, misteri, misteri..

    1. Anto in teoria condivido quanto dici e per questo motivo ho semplicemente riportato nel mio post dei fatti:
      – AG, ieli e DGP hanno agito come hanno agito,
      – a Montecitorio l’altra sera c’erano poche persone
      – i commenti a Spetteguless sono molto tristi da leggere.

      non entrando nel merito della scelta di fare un gesto simile – che personalmente non condivido – resta che qui ci parliamo addosso ogni volta, diciamo sempre le stesse cose da anni sulle associazioni e sulla loro utilità, sul loro operato e le loro lotte di potere e visibilità… allo stesso modo ci parliamo addosso in merito alla non esistenza di una comunità…

      io sinceramente provo in tutti i modi a fare del mio per cercare di ovviare – per quanto posso – a questi problemi, di più non so proprio cosa fare considerando pure tutti i bocconi amari che ho dovuto buttar giù… e considerando che ho anche una età, e che il futuro per me è un po meno lontano che per un ragazzo di 30 anni o di 25…

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fornito da WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: