Bombe


Se nel caso del tentativo di incendio ero stato un prudente, oggi non posso esserlo.

Non c’è alcun dubbio che quanto accaduto ieri sera al Coming Out – ritrovo stranoto del popolo GLBT romano – è stato un atto dimostrativo (?) e/o terroristico (?) rivolto esclusivamente e direttamente allo stesso popolo.

Certo è che dall’accoltellamento del tipo fuori il GayVillage sono passati pochi – pochissimi – giorni eppure gli episodi accaduti sono tanti, a Roma ma anche a Rimini, a Napoli, nel Casertano per citarne solo alcuni. Sono troppi.

Ero su facebook e stavo per chiudere ed andare a letto quando è comparso il primo status che ci ha poi tenuti inchiodati al monitor fino a tardi in attesa di conferme e/o aggiornamenti.

Il fatto: alle 23:40 sono esplose 2 bombe carta fuori uno dei bar di via San Giovanni in Laterano, da tutti conosciuta come la Gay Street. A lanciarle sembrano essere stati 4 skinhead (teste rasate). Un po di danni ed un ferito lieve.

Chi conosce il posto sa che a quell’ora fuori i bar di S. Giovanni in Laterano c’è tanta gente, è quindi facile dedurre come l’azione mirasse non solo ad intimidire ma soprattutto a far scatenare il panico. Insomma: una bastardata in piena regola.

Quanto sto per scrivere lo posso ritrovare, in toto o parzialmente, in ugniuno dei circa 20 articoli di agenzie di stampa e siti che ho aperto nel mio browser. Ciò non mi esime dall’aggiungere la mia voce al coro.

E’ arrivato il momento di alzare tutti la testa. In questi giorni – checché ne dicano consiglieri comunali e pseudo-ministri/e – è in atto una aggressione in piena regola delle persone omosessuali. Aggressione che possiamo facilmente ricondurre a frange di destra che si sentono coperti dalla situazione politica capitolina e nazionale attuale.

In particolar modo, la politica capitolina fatta di urla e proclami ma che non investe un solo euro nella formazione clturale della città, che designa ai posti di potere ex naziskin condannati per tentato omicidio senza alcun pudore, che nega l’esistenza di comportamenti omofobi, ma anche quella nazionale che nega l’estensione della legge mancino ai reati perpetrati per omofobia, che tenta di far passare gli omosessuali per una casta, che non delibera leggi a tutela degli omosessuali.

Per stasera è prevista una mobilitazione li a S. Giovanni in Laterano.

Per farci vedere, per farci sentire, per urlare che non siamo disposti a tornare indietro di 30 anni a quando gli omossessuali si nascondevano.

Esistiamo, siamo tanti e vogliamo vivere la nostra vita con gli stessi diritti – perché tanto i doveri già ci pesano sulle spalle – di qualsiasi altro cittadino.

E non saranno questi rigurgiti fascisti a farci paura. Continueremo noi froci di sinistra e di destra, orgogliosi di quello che siamo e delle nostre vite con le nostre Fiaccolate, con le nostre feste e manifestazioni di ogni genere, organizzandoci sul web e comparendo sui media.

Sarà una guerra di nervi. Arriveremo allo stremo ma non cederemo. Tutti, insieme.

Pubblicato su

Annunci

3 pensieri su “Bombe

  1. Grazie…. Grazie… ma io non avevo dubbi che ci sareste stati vicini…..
    Io mi sono commosso e farlo in ufficio non è il massimo 😀
    Un bacio grosso…..

  2. Fisicamente non posiamo essere la’.
    Ma portateci con voi, mi raccomando.
    Quello che succede in questi giorni e’ semplicemente scandaloso…..ma abbiate pazienza!
    Presto a qualcuno verranno in mente anche altre cose del tipo:
    -le donne a casa a cucinare
    -i negri in africa, l’italia agli italiani
    -quando c’era lui, i treni arrivavano in orario
    E non esiteranno a usare ogni mezzo per metterle in atto.

    Vi abbraccio forte fortissimo

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...