Lettera a Davide Faraone

image001Ho anche io ricevuto l’invito per l’incotro che si terrà sabato 6/9 a Bologna nell’ambito della Festa dell’Unità ed in cui si parlerà di “diritti civili”…
Non potendo andare ho però scritto all’on. Faraone per ringraziarlo e dirgli cosa penso.
Riporto qui il testo della mai.

egregio on. Faraone,
sono piacevolmente colpito da questo invito al quale però devo dirle che non potrò partecipare dal momento che con il circolo del cui direttivo faccio parte abbiamo organizzato la “Festa Democratica Portuense” negli stessi giorni.

approfitto però per dirle il mio pensiero sull’argomento dal momento che a me sta particolarmente a cuore e che si potrebbe definire quasi il principale motivo per cui sono iscritto a questo partito, non a caso il mio impegno sul tema mi ha portato ad assumermi diverse responsabilità, infatti faccio parte oltre che del direttivo/segreteria del circolo Portuense, anche dell’arremblea del PD Roma e dell’assemblea del PD Lazio.

come le ho detto sabato non sarò a bologna, spero comunque che ci siano tanti e tante cosi da rendere l’incontro significativo.

fossi stato presente avrei sicuramente chiesto il motivo per cui dopo diversi interventi del nostro segretario-premier su un riconoscimento legale delle coppie di persone dello stesso sesso – equiparate ad una coppia unita in matrimonio – e sulla stepchild adoption, nel programma dei 1000 giorni presentato ieri non se ne è fatta parola, ne se ne trova traccia sul sito.
l’ultima volta che abbiamo sentito pronunciare il premier sull’argomento era in merito ad una discussione sulla proposta di legge della sen. Cirinnà tutt’ora in discussione in commissione giustizia, ebbene in quella occasione il premier disse che il governo avrebbe presentato un testo suo, la domanda ora, quindi, è: perché e quando?

le premetto che io sono dell’idea che un istituto creato ad hoc quale le unioni civili alla tedesca – ma anche all’inglese – non è cosa che a mio parere vada bene.
io faccio parte di quel nutrito numero di persone che ritiene il matrimonio ugualitario l’unico modo per garantire parità e dignità ad una coppia di persone dello stesso sesso, qualsiasi altra “cosa” la ritengo segregazionista oltre che già superata dalla storia;
allo stesso modo, ritengo superato il discorso su “adozione si/adozione no” avendo avuto modo di leggere diversi studi sull’argomento che provano come un bambino adottato da una coppia di uomini o da una coppia di donne cresca bene al pari di un bambino adottato da una coppia eterosessuale.
pertanto in questo momento mi adatto al concetto di “unione civile + stepchild adoption” perorato dal premier per pragmatismo, ma non capisco sinceramente perché non portare avanti – fino alla fine – il progetto di legge della sen. Cirinnà.

ecco, io vorrei che sabato si affrontassero questi argomenti e si arrivasse ad un punto chiaro da cui partire per affrontare una questione che sta a cuore a tanti nel partito ma ancora di più nella società attuale.

spero di avere ancora occasione di parlare con lei di questo argomento.

saluti,

Festa Democratica Portuense – Il programma

festa2014-cover-eventi-3Dopo una estate di lavoro siamo felici di annunciare che anche quest’anno, dal 4 al 7 settembre, ci sarà la Festa Democratica Portuense.

Anche questa volta è stata dura dedicare tutta l’estate all’organizzazione della festa, soprattutto per la concomitanza con la Festa Nazionale del PD e la Festa del Lavoro di Piombino che impegnano tanti dirigenti, ma ancora una volta il meccanismo di condivisione con il direttivo e gli attivi ha reso possibile mettere insieme un parterre politico e artistico di alto profilo!

Abbiamo lavorato per organizzare 4 giorni di ​incontri ​politici, tenendo d’occhio quelle che possono essere tematiche più legate alle esigenze del nostro municipio ma senza tralasciare anche tematichie “nazionali” ​; inoltre non abbiamo trascurato la parte artistica a completamento delle giornate organizzando per la prima volta nell’ambito della festa l’UZURI indie festival che si svolgerà quest’anno nelle 2 giornate centrali della festa.

Pertanto, il programma è organizzato cosi:
Tematiche l​ocal​i – i dibattiti verteranno su questi temi, avranno gli ospiti che vedete accanto ad ogni titolo, e cominceranno orientativamente alle 18:30:

  • Giovedì – Question time con i cittadini – con ​​ Maurizio Veloccia, presidente del Municipio XI, e la sua Giunta
  • Venerdì – Sviluppo economico: quale futuro per Roma? – Con Mario Ciarla Ciarla, Marta Leonori e Lorenzo Tagliavanti (CNA Roma)
  • Sabato – Il racconto del Crimine in italia – incontro/lezione sul noir a cura di #scambiamocilibri
  • Domenica – ​Un anno dopo: il governo del PD a Roma e nei Municipi – con ​​Maurizio Veloccia, presidente del Municipio XI, e Francesco D’Ausilio ​, capogruppo PD Comune di Roma

Tematiche N​azional​i – i dibattiti verteranno su questi temi, avranno gli ospiti che vedete accanto ad ogni titolo, e cominceranno orientativamente alle 20:00

  • Giovedì – Incontro con Pier Luigi Bersani, intervista Guido Dell’Aquila
  • Venerdì – ​​Enti locali: il governo del territorio – con Stefano Stefano Bonaccini, Micaela Campana, Marco Causi Causi, Maurizio Veloccia
  • Sabato – Il lavoro al centro – con Cesare Damiano, Marco Miccoli, Natale Di Cola (Fp CGIL)
  • Domenica – Riforme e democrazia paritaria – con Pina Maturani, Roberta Agostini, Stella Bianchi, Mariagrazia Passuello

Intrattenimento – il programma è il seguente​:

Detto tutto ciò, speriamo di vedervi in tanti e spesso in quelle 4 sere, a cena, a bere una birra e fare 4 chiacchiere, ma soprattutto agli eventi politici che reputiamo di diffuso interesse.

Da qui potete scaricare e stampare una copia del programma.

Giovanardi è più credibile di voi

Lo dico senza rancore e senza ironia: mi fanno ridere tutti quegli onorevoli e quei senatori del PD che stanno inondando i social con dichiarazioni circa la necessità di legiferare su unioni civili e stepchild adoption solo dopo che c’è stata la sentenza del tribunale di Roma e mi chiedo: dove eravate fino ad ora?

Con la massima e sincera tranquillità vi dico: Giovanardi è più credibile di voi.